L’ARTE DIPINTA DI ROSA

Le donne pittrici della Storia dell’Arte

Il corso ha come obiettivo lo studio della produzione artistica delle principali protagoniste femminili della Storia dell‟Arte dalle origini fino al Novecento, attraverso l‟analisi dei contesti storico-artistici di appartenenza. L’illustrazione delle loro opere più significative, nonché i lineamenti generali di storia, storia dell’arte, storia sociale e del costume.
Dall’antichità sino all’inizio del XVI secolo, l’attività artistica delle donne fu pressoché invisibile agli occhi della società, poiché si svolgeva tra le mura domestiche della propria abitazione o quelle di un convento, limitata perlopiù a lavori “gentili”, quali la tessitura, il ricamo e la miniatura.
Per svariati secoli al sesso femminile non fu permesso di frequentare una bottega o una scuola per apprendere i rudimenti dell’arte, reprimendo in questo modo le aspirazioni artistiche a vantaggio di quelle maschili. Ma tra Cinquecento e Seicento si registra un’inversione di tendenza: esse riescono a imporsi progressivamente sullo scenario artistico, ottenendo addirittura committenze di rilievo, come nel caso della cremonese Sofonisba Anguissola, divenuta ritrattista ufficiale di Filippo II di Spagna, o di Artemisia Gentileschi, uno dei più apprezzati pennelli della Roma post caravaggesca.
Tuttavia, il vero riscatto avvenne nel Novecento, quando personaggi come Frida Kahlo o Tamara de Lempicka riuscirono a catalizzare gli interessi del mondo dell’arte, della critica e dell’opinione pubblica. Per agevolare la comprensione e l’attenzione dell’uditorio, le lezioni saranno integrate con materiale multimediale e audiovisivo (proiezioni d’immagini e sequenze cinematografiche dei film Artemisia. Passione estrema, del 1998, e Frida, del 2002), al fine di stimolare le capacità critiche del singolo partecipante.

Il corso ha una durata di 5 lezioni a cadenza settimanale.

Il costo è di 120€ + 15€ per la quota associativa.

Verrà attivato con un minimo di 8 partecipanti e massimo di 15.

Per iscriversi e vedere tutte le date disponibili seguite questo link PROGRAMMAZIONE E ISCRIZIONI

PROGRAMMA

I LEZIONE
Presentazione del corso e lineamenti generali sulla condizione storicosociale dell‟artista uomo (da artigiano ad artista) e le differenze con le colleghe donne. Vita e opere di Sofonisba Anguissola (1535 ca.-1625) e la condizione della donna-artista nel Cinquecento.

II LEZIONE
Vita e opere di Artemisia Gentileschi (1593-1653) e la condizione della donna-artista nel Seicento.

III LEZIONE
Cenni sulla vita e sulle opere di altre donne-artiste famose nel Seicento: Fede Galizia (1578-1630); Dianella de Rosa (1602-1643); Elisabetta Sirani (1638-1665).

IV LEZIONE
Vita e opere di Rosalba Carriera (1672 ca.-1757) e la condizione della donnaartista nel Settecento e nell‟Ottocento. La nascita a Parigi della prima „accademia‟ femminile d‟arte: l‟Ecole gratuite de Dessin pour le Jeunes Filles, e la condizione della donna-artista nell‟Ottocento attraverso la vita e le opere di Marie-Guillemine Benoist (1768-1826).

V LEZIONE
La donna-artista nel Novecento attraverso la vita e le opere di Frida Kahlo (1907-1954).

TESTI CONSIGLATI

STEFANIA LAURENTI, Le grandi donne pittrici tra Cinquecento e Seicento, in S. LAURENTI, Il secolo d’oro. Le arti nell’Europa del Seicento, Roma, EDUP, 2006 (442 p.; ISBN-88-8421-127-1; € 20,00; scaricabile gratuitamente dal sito: http://www.edup.it/pdf/ebooks/Il%20secolo%20doro.pdf).
TIZIANA AGNATI, Artemisia Gentileschi. Art Dossier n. 172, Firenze, Giunti, 2001 (50 p.; ISBN-88- 09-02059-6; € 3,50).
ACHILLE BONITO OLIVA-MARTHA ZAMORA, Frida Kahlo. Art Dossier n. 213, Firenze,
Giunti, 2005 (50 p.; ISBN-88-09-04092-9; € 3,50).

DOCENTE

Roberto Carmine Leardi è dottore di ricerca in storia dell’arte e docente di ruolo di storia dell’arte alle scuole superiori. Già collaboratore alla cattedra di Storia dell’arte moderna dell’Università degli Studi di Salerno, è autore di saggi scientifici che affrontano argomenti diversi (dalla pittura alla grafica del XVII secolo).
Ha partecipato a convegni internazionali (Macerata 2017) e alla schedatura di opere pittoriche in cataloghi italiani e internazionali. Dal 2010 è socio del Centro Studi sulla Civiltà Artistica dell’Italia Meridionale “Giovanni Previtali”, oltre ad essere membro del comitato di redazione delle riviste La Fucina di Efesto e Terra Laboris. Itinerari di ricerca.